Risparmio gestito e comunicazione finanziaria: ADVISOR cambia volto.

10 Gen
Schermata 2018-01-10 alle 11.34.56

Risparmio gestito e comunicazione finanziaria: ADVISOR cambia volto.

Schermata 2018-01-10 alle 11.36.17Il 2018 sarà un anno decisivo per il settore del risparmio gestito, a partire dalle nuove direttive a livello europeo – prima fra tutte la MiFID II – o dalle evoluzioni del business tramite il fintech e i Robo Advisor, tecnologie che impongono all’industria un cambio di prospettiva e un confronto con l’orizzonte dell’innovazione.

Un cambiamento che interessa, di riflesso, anche la stampa di settore che segue questi movimenti in diretta. Il nuovo anno comincia con una grande svolta anche per ADVISOR, la testata che da 15 anni illustra e interpreta il risparmio gestito, da oggi in edicola in un formato completamente rinnovato: dalla carta al font, dalla struttura allo stile grafico, con una maggiore enfasi sul “cerchio”, il simbolo storico della rivista.

Le ragioni di questa scelta? Le abbiamo chieste al suo direttore: Francesco D’Arco. «L’industria si trova di fronte a un cambiamento epocale e noi non potevamo non adeguarci. Come lo abbiamo fatto? Rompendo innanzitutto gli schemi con i tradizionali periodici di economia». Un cambio di rotta che, per il Direttore, non è solo un restyling grafico. «Abbiamo incrementato lo spazio dedicato alle inchieste: di fronte a un settore che si evolve rapidamente, non potevamo più limitarci a una singola cover story. Da oggi i protagonisti dell’industria potranno raccontare le loro personali trasformazioni anche grazie ad ASSET, la nostra “seconda copertina”».

Regulars, Newsroom, AdvisorThink, Analisi dell’Ufficio Studi interno sono solo alcuni degli ingredienti del nuovo ADVISOR. «Il nostro giornale – chiude D’Arco – si pone come obiettivo quello di raccontare le grandi “mutazioni” dell’industria, alcune partite l’anno scorso (penso ai PIR), altre che vedranno la luce in questo nuovo anno (penso al rapporto tra SGR e reti distributive, costretto a cambiare radicalmente in seguito all’entrata in vigore della MiFID II».

Come recita la copertina: it’s time to change. Chi vuol essere parte del cambiamento?